Richiedi informazioni
Richiedi informazioni
Prodotti nel carrello
prodotto N° PZ. Prezzo
netto
Totale carrello:
procedi all' acquisto
BioAksxter®

Coltivazioni redditizie e sane

Cosa coltivare? Come coltivare?


Sono alcune delle domande che l’agricoltore si pone  nel perseguire l’obiettivo più importante: ottenere coltivazioni sane e redditizie.
Come coltivare preservando le colture dalle malattie?  Nell’agricoltura moderna le malattie sono  causate essenzialmente dall’inquinamento che limita la capacità reattiva delle piante, compromette l’equilibrio microbiologico del suolo ed innesca organismi patogeni di diversa natura.

Bio Aksxter® rinforza la programmatica primaria dei vegetali migliorando la risposta immunitaria delle piante. Un concime naturale per piante che interviene direttamente sulla capacità produttiva del terreno e riprogramma l’equilibrio delle colture, assicurando coltivazioni redditizie e sane.

Coltivazioni redditizie con Bio Aksxter®: i benefici


Bio Aksxter®va oltre!
L’unico fertilizzante con tecnologia disinquinante, incrementa le produzioni agricole e semplifica la difesa agronomica.
Senza dover cambiare tecniche agronomiche, metodi e piani d’intervento, Bio Aksxter® rigenera e rivitalizza i terreni aumentando le produzioni ed evitando, nel contempo, l’impoverimento del suolo. Ma la sua azione si esplica anche sulle piante, perché incrementandone le difese autoimmunitarie  previene e riduce malattie e stress climatici. In tal modo sono necessari meno trattamenti fitosanitari e si possono ottimizzare al meglio le risorse aziendali.

Cosa coltivare con Bio Aksxter®


Bio Aksxter® è l’ideale per i trattamenti in tutti i tipi di coltivazioni e in tutti i settori dell’agricoltura, sia essa biologica o convenzionale, in pieno campo, fuori suolo o in serra, per il professionista e per l’hobbista. L’impiego regolare di Bio Aksxter® garantisce risultati concreti: qualità e quantità delle produzioni e reddito all’agricoltore, sia a breve che a lungo termine.
Ricerca per specie
  Albicocco L’agricoltore accorto sa benissimo che i trattamenti dell’albicocco sono fondamentali ai fini di una corretta prevenzione fitosanitaria e servono a proteggere la pianta da potenziali attacchi di patogeni e sbalzi climatici. Infatti le malattie dell’albicocco, se affrontate con metodi inappropriati, possono pregiudicare il buon andamento della produzione.

scopri di più»
  Riso La coltivazione del riso necessita di temperature e umidità confacenti alle sue specificità mentre si adatta facilmente a terreni di vario tipo e costituzione (sabbiosi, argillosi, acidi o basici). Fattori che invece possono compromettere una buona produzione sono gli sbalzi termici e la presenza di terreni stanchi. scopri di più»
  Fragola L’obiettivo primario dell’agricoltore impegnato nel coltivare fragole è quello di ottenere un prodotto di elevata qualità, sempre nell’ottica di un’attenta valutazione e gestione dei costi di produzione. scopri di più»
  Lampone Coltivare lamponi non è difficoltoso in quanto non sono necessarie particolari esigenze in fatto di terreno sebbene preferiscano quelli a reazione sub-acida, umici, freschi e permeabili. scopri di più»
  Mirtillo
Coltivare mirtilli può dare ampie soddisfazioni all’agricoltore in termini di profitto ed, in generale, si tratta di una coltura con notevoli prospettive di crescita. Da qualche anno si assiste ad un aumento delle superfici impegnate con la realizzazione di molti nuovi impianti.
scopri di più»
  Orzo Le tecniche di concimazione dell’orzo prevedono l’impiego di prodotti razionalmente compatibili con le esigenze della specie. L’orzo, essendo più rustico ed adattabile rispetto al grano, richiede una gestione ponderata dei mezzi tecnici da impiegare. scopri di più»
  Ulivo Nei trattamenti dell’olivo è essenziale impiegare mezzi e tecniche opportune in modo da ottenere risultati costanti nel tempo sia in termini di resa olearia che di qualità organolettica. Bio Aksxter®, impiegato nella concimazione dell’olivo, porta ad un efficace riequilibrio del sistema pianta-suolo con notevoli benefici a vantaggio di sanità e fertilità del terreno nonché della resistenza alle malattie dell’ulivo. scopri di più»
  Kiwi

Nella coltivazione del kiwi, senza dubbio la problematica maggiore che assilla i kiwicoltori è rappresentata dalla batteriosi del kiwi (Pseudomonas Syringae pv. Actinidiae o PSA) che ostacola il raggiungimento di elevati standard produttivi. Ebbene esiste un mezzo tecnico che, tramite il riequilibrio del sistema pianta-suolo, consente di superare efficacemente anche questa temibile patologia.

scopri di più»
  Lattuga

Coltivare lattuga con buoni risultati produttivi non richiede particolari conoscenze agronomiche, l’unico fattore indispensabile è la disponibilità di terreno fertile con buona dotazione di base.

scopri di più»
  Agrumi La coltivazione degli agrumi può risentire molto delle avverse condizioni atmosferiche-ambientali come basse o elevate temperature, vento, grandine o eccessiva umidità. Queste, insieme alle malattie degli agrumi, sono le problematiche più importanti che deve affrontare ogni giorno l’agrumicoltore. scopri di più»
  Patata Per ottenere una coltivazione della patata redditizia va considerato che si tratta di un tubero alquanto esigente in termini di caratteristiche fisico-meccaniche del terreno. La patata infatti teme molto i ristagni idrici e l’eccessivo compattamento per le problematiche che ne derivano. scopri di più»
  Melanzana Il professionista sa che, per coltivare melanzane con successo, è opportuno considerare fertilità e disponibilità idrica. Questa solanacea può adattarsi a quasi tutti i tipi di terreni, ma preferisce quelli di medio impasto, freschi e ben aerati. scopri di più»
  Peperone Il peperone, come le altre solanaceae, necessita di terreni dalle buone potenzialità agronomiche. Per coltivare peperoni con esiti positivi, quindi, bisogna avere a disposizione suoli dalle adeguate caratteristiche di fertilità e struttura. scopri di più»
  Pesco Specifici trattamenti del pesco riportano la pianta in equilibrio e migliorano la sua risposta immunitaria. Il pesco è una pianta ad elevata caratterizzazione qualitativa che, se coltivata con tecniche e mezzi opportuni, ripaga con produzioni di notevole valore organolettico e nutrizionale. scopri di più»
  Zucchino Al fine di coltivare zucchine di qualità, coniugando investimenti con risultati produttivi soddisfacenti, è necessario avere a disposizione terreni sempre al massimo sia come caratteristiche agronomiche sia come disponibilità di elementi. scopri di più»
  Mais Il mais rappresenta un ottimo esempio di specie rustica molto adattabile. Vegeta facilmente infatti in terreni sabbiosi ed argillosi, sub-acidi o sub-alcalini. Condizioni indispensabili nella coltivazione del mais però sono: ampia dotazione di elementi nutritivi ed una buona aerazione del substrato. scopri di più»
  Melone Nel coltivare i meloni è fondamentale considerare attentamente le esigenze ambientali di tale specie; esso, infatti, esige alte temperature, predilige un terreno ben drenato e teme l’eccessiva umidità. scopri di più»
  Quarta gamma Le specie vegetali utilizzate per la quarta gamma vengono sottoposte a varie lavorazioni di sanificazione, lavaggio, asciugatura e cernita, al fine di offrire al consumatore un prodotto pronto per essere consumato in tutta tranquillità e nelle migliori condizioni di sanità. scopri di più»
  Vite In viticoltura, la prima attenzione è rivolta a preservare la coltivazione dalle malattie della vite. Esse possono essere causate da vari fattori predisponenti (condizioni climatiche avverse, stress ambientale, indebolimento delle autodifese da funghi, virus, batteri e attacchi da parassiti, ecc.). E’ possibile prevenire e ridurre questi danni effettuando trattamenti sulla vite in grado di ristabilire l’equilibrio del programma primario della pianta. scopri di più»
  Grano tenero e duro La coltivazione del grano è fondamentale per l’alimentazione umana ed è pertanto di estrema importanza, ai fini di un buon risultato colturale ed anche a fini salutistici, gestirne la coltivazione in modo opportuno. scopri di più»
  Pomodoro da industria Le malattie del pomodoro sono, in genere, causate da molteplici fattori di perturbazione (patogeni, parassiti, clima, ecc.) che, agendo singolarmente o congiuntamente, debilitano la pianta causandone scarse o mancate fruttificazioni.   scopri di più»
  Pomodoro da mensa Nella coltivazione dei pomodori in serra è fondamentale poter contare su un buon substrato con adeguate caratteristiche di partenza. Cicli colturali ravvicinati e sterilizzazioni continue portano però al progressivo impoverimento del terreno con inevitabili ripercussioni su fertilità e dotazione di macro-microelementi. scopri di più»
  Pero Una coltivazione di pero produttiva e redditizia richiede innanzitutto una gestione razionale delle operazioni di concimazione, irrigazione e prevenzione delle malattie del pero. scopri di più»
  Melo I trattamenti con Bio Aksxter® nella coltivazione del melo portano sempre al massimo del risultato, a prescindere dalle diverse condizioni pedoclimatiche e dallo stato sanitario di partenza delle colture.
In tutti i casi,  Bio Aksxter® si è dimostrato risolutivo nei confronti delle malattie del melo, sia nell’impiego in prevenzione sia nel risanamento degli impianti già colpiti.

scopri di più»