Richiedi informazioni
Richiedi informazioni
Prodotti nel carrello
prodotto N° PZ. Prezzo
netto
Totale carrello:
procedi all' acquisto
BioAksxter®

Attività agricole redditizie con l’impiego di Bio Aksxter®

In questa sezione, attraverso le testimonianze dirette di alcune aziende agricole che nel proprio piano colturale hanno inserito il fertilizzante naturale disinquinante Bio Aksxter®, vogliamo riportare le esperienze concrete di chi ha potuto sviluppare un’attività agricola redditizia.

Attività agricole redditizie è sinonimo dell’impiego di metodi e mezzi tecnici di qualità che garantiscono all’agricoltore una maggiore efficienza produttiva, che a sua volta si traduce in maggior reddito economico ed in una responsabile salvaguardia ambientale.

Consulta le nostre case history


Qui puoi consultare alcune esperienze in campo di chi con l’impiego di Bio Aksxter® ha risolto le tante problematiche che affliggono le colture agricole (dai cereali agli ortaggi, dagli alberi da frutto alla vite e all'olivo) e di chi, come nel caso di altre aziende operanti nel settore dell’agricoltura biologica, è riuscito a rendere le proprie produzioni agricole redditizie con rese produttivi pari ed anche superiori a quelle convenzionali.
Domenico Citterio e C. S.r.l., San Martino B.A. (VR)
Risultati in campo dei produttori di patate
La ditta Domenico Citterio e C. S.r.l. www.citteriopatate.it, è un’azienda attiva da 4 generazioni, specializzata nella scelta e selezione delle patate da semina e da consumo che distribuisce su tutto il territorio nazionale. L’azienda gestisce, in collaborazione con diversi selezionati agricoltori, accordi di coltivazione mirati a soddisfare le esigenze dei propri Clienti, sia in Italia che all’estero.
In alcune esperienze in campo condotte presso aziende agricole clienti, si è dimostrato il raggiungimento dei seguenti risultati nella coltivazione della patata.

Mele Melinda®, Valle di Non (TN)
I risultati di aziende specializzate nella coltivazione intensiva del melo: Royal Gala, Golden Delicious, Red Delicious, Renetta del Canada.
Mele  Melinda®: i risultati dell’impiego di Bio Aksxter® sul Deperimento/Moria del melo, la risoluzione della stanchezza dei terreni e migliore performance dei reimpianti, i risultati quantitativi e le rese economiche, i risultati qualitativi, l’eliminazione dei residui chimici ed inquinanti.

Ing. Bresolin Valerio, Pove del Grappa (VI)
Coltivazione di olivo ‐ varietà Frantoio. Produzione di Olio Extravergine di Oliva Veneto DOP

Olivicoltore attento alle reali innovazioni che il mercato dei mezzi tecnici per l’agricoltura offriva, l’Ing. Bresolin ha iniziato l’impiego di Bio  Aksxter® su un appezzamento di circa 4.000 mq composto da soggetti antichi (anche 400 anni) con l’obiettivo principale di incrementare la qualità alla molitura ed ottenere olio dalle migliori caratteristiche organolettiche.

Azienda Agricola Gardini Flavio, Viadana (MN)
Azienda specializzata nella produzione di meloni in serra e pieno campo destinati al mercato nazionale ed estero e grano duro
L’azienda ha iniziato l’uso di Bio Aksxter® nel febbraio 2008 nelle coltivazioni in serra con l’obbiettivo di ridurre i fenomeni di stanchezza. Nei terreni coltivati a melone da 10 anni, si riscontrava una minor tenuta dei frutti, un’elevata percentuale di scarto dovuta a spaccature, una scarsa qualità negli ultimi stacchi e un 20% di mancata produzione conseguente al collasso delle piante.
foto
Azienda Agricola Aldà Stefano, Isola della Scala (VR)
Azienda specializzata nella produzione in serra di orticole da foglia, in particolare rucola selvatica destinata al mercato nazionale ed estero, basilico, valeriana e insalata da taglio
L’impiego di Bio Aksxter® è iniziato nel maggio 2007 con l’obiettivo di ridurre la malattia denominata fusarium. Il problema colpiva soprattutto la rucola nel periodo primaverile ed estivo evidenziandosi già dalle prime fasi di crescita con imbrunimento delle radici, ingiallimento e disseccamento delle foglie.
foto
Bigo Mauro, Verzuolo (CN)
Azienda frutticola specializzata nella produzione di kiwi destinato ai mercati nazionali ed esteri, conferito a cooperative
L’azienda agricola, molto attenta a tecniche agronomiche rispettose dell’ambiente e all’equilibrio delle proprie colture, ha iniziato l’uso di Bio Aksxter® nel marzo 2009 su metà delle coltivazioni di kiwi. Gli obbiettivi iniziali consistevano nel ridurre la moria di piante e migliorare la produttività compresa tra 200 e 260 qli per ettaro.
foto
Agricola Mazzi di Mazzi Simone, Verona (VR)
Azienda produttrice di ortaggi in serra e pieno campo (cetriolo, zucchino, pomodoro, melanzana ed insalata a cespo) destinati al mercato fresco e alla grande distribuzione
Nel giugno 2005, l’azienda ha iniziato ad usare Bio Aksxter® con lo scopo di incrementare qualità e quantità e soprattutto migliorare lo stato sanitario nei confronti di verticillium, marciume apicale, virosi e nematodi. Le prime manifestazioni di queste malattie risalivano al 2002.
foto
Vivai Piante di Arienti Pierluigi, Canneto sull’Oglio (MN)
Azienda altamente specializzata nella produzione di piante in vaso, destinate alla produzione vivaistica
Nell’agosto 2009, l’azienda ha iniziato ad impiegare Bio Aksxter® con lo scopo di aumentare l’omogeneità del vivaio ed incrementare le rese, in particolare nella produzione di alcune varietà di acero le cui percentuali di attecchimento dopo l’innesto e la forzatura non superavano il 50%.
foto
Azienda Agricola Baumschule Malleier Reinhard, Foiana di Lana (BZ)
Azienda vivaistica e produttrice di mele, varietà Golden e Stark Delicious, conferite a consorzi frutticoli altoatesini
Nel marzo 2007 l’azienda ha iniziato ad usare Bio Aksxter® nelle colture frutticole per ridurre il problema dei cosiddetti scopazzi del melo. La malattia si era ampiamente diffusa nel 2005 e 2006 colpendo il 7% delle piante varietà Stark e il 30% delle piante varietà Golden, toccando punte del 50% negli appezzamenti perimetrali dell’azienda.
foto
Az. orticola VISCARDI G. CARLO & C. S.s., Lurano (BG)
Azienda specializzata nella produzione e nel confezionamento di insalate pronte ed in particolare lattughino verde e rosso, spinacio, valeriana e rucola
Nell’aprile 2010 l’azienda ha iniziato a impiegare Bio Aksxter® per migliorare sapore, colore e conservabilità delle produzioni ed aumentare la consistenza delle foglie in modo da ridurne le rotture durante il confezionamento.
foto
Azienda Agricola Maso del Gusto, Nave San Rocco (TN)
Azienda agricola biologica, specializzata nella produzione di mele e pere destinata ai mercati nazionali ed esteri, sotto forma di prodotto fresco, succhi e frutta essiccata
Nel marzo 2003 l’azienda agricola Maso del Gusto, prima azienda biologica del Trentino, ha adottato l’uso di Bio Aksxter® con lo scopo di migliorare ulteriormente le produzioni riducendo l’alternanza, aumentando il colore e la pezzatura negli anni di carica produttiva e aumentando le autodifese nei confronti delle malattie fungine e degli stress climatici.
foto
Azienda Agricola PETRONILLI ZERBINO GIOVANNI, Verona (VR)
Azienda specializzata nella produzione di ortaggi in serra e pieno campo (cetriolo, melanzana, pomodoro, zucchino e fino al 2008 lattuga Gentile) e kiwi
Nel febbraio 2008, l’azienda ha iniziato a impiegare Bio Aksxter® con l’obbiettivo di risolvere la problematica dei nematodi nelle colture in serra ed evitare l’uso delle fumigazioni chimiche. Nelle coltivazioni di kiwi e ortaggi in pieno campo Bio Aksxter® è stato utilizzato per risolvere la clorosi, aumentare la produzione e, soprattutto nella coltivazione della melanzana, evitare fenomeni di stanchezza in caso di ristoppio.
foto
Azienda Agricola Ghislandi Lucio, Treviolo (BG)
Azienda orticola specializzata nella produzione in serra di orticole da foglia ed in particolare insalate a cespo, bietole, prezzemolo, valeriana, rucola e basilico destinati al mercato nazionale
L’azienda ha iniziato ad utilizzare Bio Aksxter® nel luglio 2009 con l’obbiettivo di rigenerare i terreni e risanarli dalle patologie, in particolar modo dal Fusarium. Negli ultimi anni la malattia, largamente diffusa nell’areale orticolo, aveva reso la coltivazione delle insalate a cespo pressoché impossibile.
foto
Azienda Agricola Martin Silvano, Saluzzo (CN)
Azienda frutticola specializzata nella produzione di pesche, mele e kiwi di elevata qualità fornite a consorzi e destinate a mercati nazionali ed esteri
Nel marzo 2009 l’azienda agricola Martin Silvano ha iniziato ad utilizzare Bio Aksxter® con l’obbiettivo di migliorare ulteriormente qualità e quantità delle produzioni e ridurre l’alternanza che, soprattutto su Red Delicious, determinava una variazione sul quintalato del 35-40%.
foto
Società Agricola VIVAI F.LLI VINDIMIAN di Salice Vindimian Gianluigi & C., Lavis (TN)
Azienda vivaistica specializzata nella produzione di barbatelle di vite innestate
Nel maggio 2005 l’azienda ha iniziato ad utilizzare Bio Aksxter® nei campi di piante madri per ridurre la disaffinità d’innesto, migliorare la qualità di marze e portinnesti ed aumentarne la conservabilità. Successivamente, Bio Aksxter® è stato impiegato nella coltivazione della barbatelle, sia in forzatura che in vivaio, per migliorare ulteriormente le rese percentuali.
foto
Azienda Agricola Dal Maso Graziano, Alpo di Villafranca (VR)
Azienda orticola specializzata nella produzione in serra e pieno campo di melanzane, zucchine, meloni, insalate a cespo e pomodori, destinati al mercato all’ingrosso e allo spaccio aziendale
L’azienda, orientata da sempre a produzioni di elevata qualità, ha iniziato l’utilizzo di Bio Aksxter® nel giugno del 2005. L’obbiettivo principale era ripristinare e mantenere la fertilità dei terreni coltivati intensivamente ad ortaggi da circa15 anni, in modo da migliorare la qualità, incrementare le produzioni e ridurre le crescenti problematiche sanitarie come nematodi e verticillium.
foto
Azienda Agricola Lucignolo S.s., Palosco (BG)
Azienda specializzata nella produzione di orticole da foglia in serra (lattughino, spinaci, valeriana e rucola) destinate alla IV gamma
Nel giugno 2010 l’azienda ha iniziato ad utilizzare Bio Aksxter® con lo scopo di bonificare i terreni le cui rese erano nettamente inferiori a causa dello sfruttamento intensivo e dello sversamento di fanghi attuato dai precedenti proprietari. Nonostante la semina fosse più abbondante le produzioni erano comunque scarse per la moria successiva alla germinazione.
foto
Azienda Agricola Marchesini Daniele, San Zeno di Colognola ai Colli, (VR)
Azienda agricola biologica con produzione di frutta destinata al mercato all’ingrosso ed uva conferita in cantina sociale
Nel gennaio 2003 l’azienda ha iniziato l’utilizzo di Bio Aksxter® con l’obiettivo di incrementare la produttività, ridurre le alternanze e lo scarto, migliorare lo stato sanitario delle colture ed aumentare la fertilità dei terreni. I risultati raggiunti nei primi due anni di trattamento sono stati l’aumento di 1° Babo dell’uva, la maggior produzione frutticola, la riduzione delle percentuali di scarto e la maggior resistenza alle gelate primaverili e alle malattie.
foto
Società Agricola Semplice MOSER FILIPPO e GIANCARLO, Pressano di Lavis (TN)
Azienda viticola e frutticola specializzata nella produzione di mele (Royal Gala, Golden e Stark Delicious, Morgen e Fuji) conferite a consorzi e uva (Pinot Grigio, Chardonnay, Nosiola, Riesling, Schiava Gentile, Traminer Aromaitco, Merlot, Teroldego e Ca
Nel maggio 2002 l’azienda ha iniziato a trattare le proprie colture con Bio Aksxter® con lo scopo di migliorare le produzioni e preservare nel tempo la produttività dei propri terreni. Al completamento del primo ciclo di coltivazione con Bio Aksxter® i risultati sono stati il maggior equilibrio della vegetazione, l’incremento della produzione e l’aumento di gradazione zuccherina dell’uva da 1 a 2° Babo.
foto
Azienda Agricola Castelli Claudio, Cavallino Treporti (VE)
Azienda orticola specializzata nella produzione in serra e pieno campo di cetriolo, pomodoro, basilico, sedano e spinacio destinati al mercato all’ingrosso
L’azienda, da anni orientata ad un uso ridotto della chimica di sintesi, ha iniziato l’uso di Bio Aksxter® nell’aprile 2008, con l’obbiettivo di migliorare la produzione in termini quali-quantitativi e lo stato sanitario delle colture. La maggiore problematica era quella dei nematodi, favoriti dal terreno molto sabbioso, ma anche Fusarium, malattie fungine e del colletto nelle colture in suolo; Peronospora e Sclerotinia in quelle fuori-suolo.
foto
Pezzo Augusto, Nogarole Rocca (VR)
Azienda agricola specializzata nella produzione di ortaggi in serra (meloni, cocomeri, pomodori, peperoni, zucchine, melanzane, fagiolini e fragole) destinati al mercato al’ingrosso nazionale ed alla vendita diretta a Km zero
Nel luglio 2007 l’azienda ha iniziato ad utilizzare Bio Aksxter® per migliorare le produzioni di peperone e zucchino ed evitare che le colture venissero danneggiate dai nematodi. Al raggiungimento dei primi risultati, Bio Aksxter® è stato esteso a tutte le coltivazioni con lo scopo di rigenerare i terreni ed evitare l’uso di prodotti chimici fumiganti.
foto
Azienda Agricola Santoni Andrea, Pietramurata di Dro (TN)
Azienda specializzata nella produzione di mele in particolare Gala, Golden, Granny Smith, Fuji e uva destinata alla vinificazione, conferite a consorzi e cantine sociali
L’azienda Agricola Santoni Andrea, da sempre attenta alla massimizzazione delle rese e alla salvaguardia della produttività dei propri terreni, ha iniziato l’uso di Bio Aksxter® nel novembre 2004, dopo aver preso visione degli eccellenti risultati ottenuti presso altre aziende.
foto
Azienda Agricola Bampa Sergio, Alpo di Villafranca (VR)
Azienda agricola specializzata nella produzione di pomodoro e ortaggi in serra d’elevata qualità, destinati al mercato nazionale
Nel giugno 2005 l’azienda agricola, che da anni aveva adottato un sistema di coltivazione fuori suolo su perlite, ha iniziato l’utilizzo di Bio Aksxter® per far fronte ad un gravissimo declino produttivo che interessava la coltivazione del pomodoro. Negli ultimi anni le piante risentivano della progressiva marcescenza dell’apparato radicale imputata a radice suberosa e della riduzione nelle funzioni vegetative e produttive.
foto
Azienda Agricola Ladurner Markus, Naturno (BZ)
Azienda agricola specializzata nella produzione di mele (Golden e Red Delicious, Braeburn e Fuji) conferite a consorzi e uva varietà Riesling per la produzione di vini di alta qualità
Nel novembre 2006, l’azienda ha iniziato ad utilizzare Bio Aksxter® nel frutteto soprattutto per far fronte all’incalzante problematica degli Scopazzi del melo e nel novembre 2007 nel vigneto per migliorare lo sviluppo vegetativo e la capacità produttiva.
foto
Azienda Agricola Pastorello Giovanni, Alpo di Villafranca (VR)
Azienda agricola specializzata nella produzione di piccoli frutti, in particolare fragole, more, lamponi e ribes, conferiti a consorzi e destinati al mercato nazionale ed estero
Nel febbraio 2005 l’azienda ha iniziato ad impiegare Bio Aksxter® con lo scopo di migliorare qualità e quantità delle produzioni. Tra gli obbiettivi principali, quello di ridurre le percentuali di scarto e far fronte alle problematiche conseguenti allo sfruttamento del terreno, tra cui il collasso delle piante di fragola durante la raccolta e lo sviluppo di cancri batterici su mora che causavano ingenti cali produttivi.
foto
COFFANI Bettino Maurizio Licio e Menta Alba s.s. Società Agricola, Medole (MN)
Azienda orticola specializzata nella produzione di indivia riccia, scarola e radicchio pan di zucchero coltivati in serra ed in pieno campo, destinati al mercato all’ingrosso nazionale
Nel settembre 2006 l’azienda ha iniziato l’uso di Bio Aksxter® su parte delle coltivazioni in serra con lo scopo di risolvere il declino produttivo che interessava le coltivazioni di indivia riccia e scarola. Negli ultimi anni erano insorte diverse problematiche sanitarie ed in particolare batteriosi, Pythium, Sclerotinia e Fusarium che nei precedenti cicli di coltivazione avevano ridotto la produzione del 60%.
foto
Azienda Agricola Leonardelli Guido, Coredo (Tn)
Azienda frutticola della Val di Non produttrice di mele Golden e Red Delicious, posta a oltre 800 m s.l.m., conferente al consorzio Melinda
Nel marzo 2008, l’azienda ha iniziato ad utilizzare Bio Aksxter® in due giovani impianti di melo e in uno di circa 20 anni. L’obbiettivo era quello di favorire sviluppo e produttività dei frutteti al primo e secondo anno di impianto e contenere la diffusione degli Scopazzi del melo in quello adulto, in modo da posticiparne l’estirpo. A causa della malattia, ogni anno veniva eliminato il 5-6 % delle piante e la produttività era scesa da 600-700 qli/ettaro a circa 420 qli ad ettaro.
foto
Azienda Agricola Maschi Claudio, Caldiero (VR)
Azienda agricola specializzata nella produzione di ciliegie e albicocche destinate al mercato nazionale
Nel marzo 2006 l’azienda ha iniziato ad utilizzare Bio Aksxter® su alcuni giovani impianti di ciliegio con scarsa attività vegetativa. Successivamente al raggiungimento dei primi risultati, l’impiego è stato esteso alle altre coltivazioni di albicocco e ciliegio, con lo scopo di ridurre l’alternanza produttiva e aumentare la pezzatura dei frutti.
foto
Azienda Agricola Tezza Dario & Adriano, Verona (VR)
Azienda ortofrutticola specializzata nella produzione di ortaggi in serra e pieno campo (zucchino, pomodori, insalata a cespo) e di fragole, pesche e kiwi destinati al mercato all’ingrosso
L’impiego di Bio Aksxter® è iniziato nel giugno 2007 con lo scopo preciso di risolvere il problema del marciume al colletto su zucchino, causa di estesa moria e sensibile riduzione del periodo di raccolta e della produzione. Nel 2008, l’utilizzo di Bio Aksxter® è stato esteso a pesche, nettarine e kiwi, con l’obbiettivo di aumentare qualità e quantità e far fronte ad altre importanti problematiche tra cui la sharka.
foto
Marcescenza dei frutti e coltivazione biologica del melo
Nell’aprile 2009 il Signor Martin Siller, titolare dell’azienda Agricola Martin Siller Bachguterhof, ha sottoposto alla AXS M31 una problematica relativa all’unità produttiva di Corlo (Ferrara). Con la conversione del metodo di coltivazione da convenzionale a biologico, è comparso un fenomeno di marcescenza dei frutti che ha causato ingenti danni alla produzione, sia nel 2007 che nel 2008.
Azienda agricola Girardi Claudio, Verona (VR)
Azienda agricola specializzata nella produzione di frutta e verdura di ampia gamma destinata alla vendita a km zero
L’azienda agricola Girardi Claudio, particolarmente attenta all’assenza di residui nei propri prodotti agricoli, ha iniziato l’uso di Bio Aksxter® nel marzo 2009 per migliorare ulteriormente qualità e quantità delle produzioni e far fronte alla problematiche sanitarie.
foto
Società Cooperativa Agricola CA’ MAGRE, Isola della Scala (VR)
Cooperativa agricola impegnata da oltre 20 anni nella produzione biologica di ortaggi in serra ed in pieno campo, destinati alla vendita all’ingrosso e al dettaglio
Nel giugno 2007 la cooperativa agricola Cà Magre ha iniziato ad impiegare Bio Aksxter® nelle coltivazioni in serra, con l’obbiettivo di migliorare ulteriormente le produzioni ed aumentare le autodifese nei confronti delle malattie, in modo da poter ridurre gli interventi con zolfo e rame.
foto
ANTON SEBASTIAN SANTER, Lana (BZ)
Azienda frutticola biologica, specializzata nella produzione di mele e castagne per il mercato all’ingrosso ed uva varietà Pinot Nero destinata alla preparazione di succhi
Nell’aprile 2008, l’azienda ha iniziato ad utilizzare Bio Aksxter® su tutte le coltivazioni. Nel melo, l’obbiettivo principale, era quello di risolvere la problematica degli Scopazzi che negli ultimi due anni aveva colpito il 20% delle piante e ridotto la produzione a 280 qli per ettaro.
foto
Società Agricola F.lli MIGLIORINI S.s. di Migliorini Marcello e Enrico, Verona (VR)
Azienda ortofrutticola specializzata nella coltivazione di meloni destinati al mercato nazionale ed estero
La Società Agricola Migliorini ha iniziato ad usare Bio Aksxter® nell’agosto 2007 con l’obbiettivo di risolvere le problematiche di stanchezza del terreno. Nei terreni interessati, coperti da oltre 10 anni con serre, le maggiori problematiche erano la forte presenza di nematodi ed il collasso delle piante imputato a fusarium e monosporascus.
foto
Azienda Agricola Chini Giulio, Segno di Taio (TN)
Azienda frutticola della Val di Non, conferente al consorzio Melinda, produttrice di mele Fuji, Golden e Red Delicious
L’Azienda agricola Chini Giulio, ha iniziato l’utilizzo di Bio Aksxter® nel novembre 2008 sul 40% della superficie. Tra gli obbiettivi prefissati, i più importanti erano il riequilibrio di un frutteto coltivato a Golden e Red Delicious e la risoluzione dei problemi di alternanza su Fuji.
foto
Azienda Agricola Bovi Giuseppe, Caldiero (VR)
Azienda ortofrutticola con coltivazione in serra e pieno campo di fragola, melanzana, melone, pomodoro, insalata a cespo, ciliegio e melo destinati al mercato ortofrutticolo all’ingrosso
Nel settembre 2007 l’azienda, da anni specializzata nella produzione di frutta e verdura di qualità, ha iniziato l’uso di Bio Aksxter® con l’obiettivo di migliorare la produzione di insalata a cespo.
foto
Azienda Agricola Berti Andrea, Nogaredo (TN)
Azienda specializzata nella produzione di mele (Royal Gala, Golden Delicious, Granny Smith, Fuji e Pink Lady) ed uva (Pinot Grigio, Chardonnay, Traminer Aromatico, Schiava Gentile, Rebo e Marzemino) conferite a consorzi e cantine sociali
Nel novembre 2006 l’azienda ha iniziato a trattare le proprie colture con Bio Aksxter per migliorare la produttività. Nella coltivazione del melo gli obbiettivi erano quelli di prevenire la patologia degli Scopazzi, favorire l’entrata in produzione dei giovani impianti e la produttività in quelli adulti che ammontava attorno ai 500 q.li/ettaro.Nella vite gli obbiettivi erano quelli di migliorare lo stato sanitario nei confronti delle malattie fungine, ridurre il disseccamento del rachide nel Marzemino e mantenere un elevato rapporto tra quantità e gradazione zuccherina.
foto
Azienda Agricola CAPPELLINI DANIELE
Azienda specializzata nella produzione in serra e in pieno campo di frutta ed ortaggi di elevata qualità, destinati al mercato ortofrutticolo all’ingrosso, in particolare peperoni, meloni, cavoli, pesche e mele
L’azienda, da sempre attenta a scelte agronomiche rispettose della salute e dell’ambiente, nel maggio 2007 ha iniziato l’utilizzo di Bio Aksxter nella coltivazione del peperone in serra. L’obbiettivo era quello di migliorare le produzioni e rigenerare il terreno coltivato intensivamente da tempo, poiché negli ultimi anni erano comparsi fenomeni di stanchezza del terreno e mantenere produzioni elevate e colture sane era sempre più difficoltoso.
foto
Azienda agricola Biada Romano, Lover di Campodenno (Tn)
Azienda frutticola della Val di Non conferente al consorzio Melinda, produttrice di mele Golden e Red Delicious, Royal Gala, Renetta Canada e Fuji
Nell’ottobre 2007 l’azienda si è rivolta alla AXS M31 per preservare i nuovi impianti dalla diffusione degli Scopazzi del melo e ristabilire la produttività in quelli già affetti. Negli impianti più giovani il numero delle piante colpite continuava ad aumentare. In quelli di circa 15 anni la produzione si riduceva ogni anno del 20%- 25%; il 40% delle piante non veniva neanche più raccolto.
foto
Spinelli Azienda Agricola, Villafranca (VR)
Azienda agricola specializzata nella produzione di insalate a cespo in pieno campo destinate al mercato nazionale
L’azienda agricola, nota per l’elevata qualità dei propri prodotti, ha iniziato l’utilizzo di Bio Aksxter® nel febbraio 2006 su una parte delle coltivazioni con lo scopo di migliorare la fertilità, fare fronte alle problematiche di stanchezza del terreno e migliorare ulteriormente la qualità e la quantità delle produzioni.
foto
Azienda Agricola Scandola Riccardo - Emiliano, Isola della Scala (VR)
Azienda orticola specializzate nella produzione in serra di insalata a cespo, pomodoro a grappolo, melanzana e cetriolo destinati alla grande distribuzione. L’azienda è costituita da due Unità Operative: Isola della Scala e Vallese di Oppeano
Nel 2004 l’azienda ha iniziato l’impiego di Bio Aksxter® nell’unità produttiva di Isola della Scala con lo scopo di migliorare le produzioni e soprattutto, risolvere il declino produttivo conseguente allo sfruttamento intensivo dei terreni.
foto