0 Condivisioni

Disinquinante e unico al mondo? Chi? Cosa?   Ya, cult – diceva il grasso contadino della Baviera – che aveva compreso il concetto di “scienza e non magia“. Mentre un altro sottolineava – Ya, cult come cultura. Cultura delle colture. Ya, è ora di rivedere il ruolo dell’agricoltore, perché se dobbiamo essere i custodi del cibo, Bio Aksxter è la nostra soluzione. 

Agli agricoltori è stato insegnato che per produrre tanto e meglio la soluzione era la chimica… e così effettivamente è stato, per molti anni… ora però quello che la chimica ha dato viene tolto. Infatti, i terreni saturi di quelle sostanze diventano prima stanchi poi improduttivi ed infine sterili.
I custodi del cibo devono prima di tutto custodire i loro terreni!

Un conto è la filosofia dei 4 elementi primordiali (terra, acqua, aria e fuoco) quale fondamenta di tutto ciò che è vita e un altro conto è la pratica agricola dalla quale si ricava il cibo per la continuazione della vita. Vale a dire che possiamo anche creare un’idea emozionale dell’agricoltura, ma dobbiamo necessariamente far fronte ai fatti: i terreni sono inquinati, lo sono anche le acque piovane e quelle d’irrigazione e lo è l’aria; il quarto elemento, stressa e frigge frutti e colture.
Ecco allora il quinto elemento,  l’incorruttibile quintessenza che già i filosofi greci misero oltre l’umano sopraffare e vincere la natura, quella forza vitale che i precursori della chimica identificarono nell’Acqua di Vita, una specie di elisir che ai giorni nostri per dirla con Mario Tozzi è “la rivoluzione dolce” di Bio Aksxter.

Mario Tozzi - Bio Aksxter è la rivoluzione dolce
Mario Tozzi: “Bio Aksxter® è la rivoluzione dolce” – guarda il video e scarica il suo editoriale

Non si tratta quindi di trasformare il piombo da vile metallo in oro puro, di raggiungere quello stato metafisico di conoscenza rappresentato dalla pietra filosofale, bensì di trasformare le sostanze inquinanti disinquinando l’ambiente.
Non una catarsi della tragedia greca ma una catarsi del teatro agricolo moderno perché l’inquinamento è ormai un ostacolo insuperabile per la produttività agricola, la sicurezza alimentare e la salute umana.

Disinquinare è la parola d’ordine, disinquinare è l’azione, disinquinante è il mezzo.  Accelerando il processo di depurazione di Madre Natura è la modalità.

Bio Aksxter ed i quattro elementi primordiali, fondamenti della vita

Il processo di depurazione di Madre Natura

Anche Madre Natura inquina, basta pensare cosa comporta l’esplosione di un vulcano o una tempesta di sabbia. Questi fenomeni di origine naturale però a differenza dell’inquinamento di origine antropica producono sostanze assorbibili, si tratta quindi di un inquinamento controllato, destinato al rientro. Le contaminazioni prodotte dall’Uomo invece generano sostanze che Madre Natura non conosce e per la cui autopurificazione ha bisogno di molto tempo, anche milioni di anni.
C’è una differenza effettiva fra inquinamento naturale e inquinamento chimico!

In base ai cambiamenti di stato delle sostanze, in natura si attivano processi di depurazione di importanza fondamentale per il mantenimento degli equilibri ecologici del pianeta.
Madre Natura può persino generare batteri e virus particolari per creare dei microrganismi in grado di biodegradare i contaminanti.

Il processo naturale di depurazione avviene attraverso due modalità:

  • la catalizzazione microatomica, fase della fotosintesi clorofilliana in cui avvengono le trasformazioni delle sostanze e lo smaltimento di scorie e residui nocivi.  E’ la fase di “accensione” della vita, in cui si generano i microrganismi vergini.
  • la biodegradazione, mediante la quale un composto organico viene demolito dai microrganismi biodegradatori e trasformato in composti inorganici. E’ il processo inverso di “spegnimento” della vita, che passa dalla decomposizione alla mineralizzazione delle sostanze.

Bio Aksxter fornisce energia per ottimizzare ed accelerare questo processo:

Bio Aksxter, tecnologia disinquinante e unico al mondo. Procedimento brevettato di caricamento delle particelle inerti 18.000 kW/litro

E allora?

Abbiamo brevemente descritto il processo di depurazione naturale, si sa che i livelli di inquinamento sono tali da costituire un grave problema per il benessere e la sopravvivenza della specie umana, tutti parlano di sostenibilità, pochi possono immaginare le reali conseguenze dell’inquinamento…

E allora?! La voce aspra di Mara Maionchi avrebbe più senso qui che non sulle Opel che come tutte le automobili inquinano. Allora Bio Aksxter!

Vent’anni fa cercando su Google il termine inquinamento non usciva nulla e arrivavano sorrisini quando parlavamo della necessità di disinquinare i terreni agricoli. Sarà che erano tanto impegnati ad inquinare… però oggi ci sono lunghi elenchi di cause, effetti e problematiche e una concentrazione di inquinanti pari a 3 kg/m3, mediamente circa 1.666 mg/kg (rilevazioni del settore ricerca sperimentale AXS M31).

Sono 30.000 chilogrammi di inquinanti ad ettaro che restano a carico del terreno, vengono assorbiti dalle piante e si ritrovano nei frutti sotto forma di residui!

Purtroppo ancora manca la consapevolezza della necessità di intervenire urgentemente. Si riconosce insomma il problema, si dice di voler promuovere un’agricoltura rispettosa dell’ambiente, dell’uomo e di tutte le forme di vita, ma non si fa nulla. E allora?
E allora Bio Aksxter disinquinante e unico al mondo!

Bio Aksxter disinquinante agricolo unico al mondo: perché disinquinare e con quali benefici.

Il degrado delle matrici ambientali di interesse agricolo (terra-acqua-aria) è irreversibile.

Lo sfruttamento dello stato di inquinamento per generare nuovi guadagni e traffici equivale ad ingrandire il buco nella barca che già “fa acqua”: è un’idea da sostituire velocemente con l’urgente necessità di riparare i guasti.

Servono poco i contributi economici per risollevare le aziende. Non serve orientare l’agricoltore verso l’ennesimo modello agricolo, bisogna invece intervenire tempestivamente. L’agricoltura biologica è un metodo di coltivazione che non risolve le criticità generate dall’inquinamento. Termini come agricoltura resiliente o sostenibile devono poter essere messi in pratica attraverso azioni risolutive e non progetti finanziati attraverso i fondi europei e mai realizzati.

Inquinamento? L’imprenditore agricolo è un custode ambientale responsabile verso tutti delle proprie azioni, delle conseguenze delle proprie azioni e delle azioni che non ha messo in atto, non solo limitatamente alla propria azienda agricola ma verso tutto l’ambiente.

L’agricoltore, per custodire la propria attività, non può ignorare l’inquinamento, il male del nostro secolo. Pertanto deve investire su un sistema d’intervento che garantisca la vita dell’azienda agricola, senza perdere tempo in appelli, compromessi, elemosine, lagnanze, abusi, frodi ed altre iniziative improvvide. 

L’inquinamento è il cancro dell’agricoltura. La tecnologia disinquinante di Bio Aksxter è l’unico mezzo con cui l’azienda agricola può assicurarsi la produttività.

Coltivando con Bio Aksxter si riscontrano benefici a breve, medio e lungo termine su vari livelli.

tabella coltivare con o senza Bio Aksxter disinquinanate unico al mondo


Ti è piaciuto questo articolo su Bio Aksxter disinquinante e unico al mondo?
Allora condividilo sui tuoi social e se vuoi rimanere sempre aggiornato sul mondo agricolo, iscriviti alla nostra Newsletter!
Hai qualche domanda? Scrivici un tuo commento e riceverai quanto prima una nostra risposta!
… se vuoi essere richiamato non dimenticare di lasciarci nel commento il tuo recapito telefonico e di assicurarti di scrivere correttamente il tuo indirizzo email 😉

0 Condivisioni

INVIACI UN COMMENTO