Bonus Verde che cos’è?

Il Bonus Verde per la creazione e la riqualificazione di giardini, terrazzi, balconi e aree verdi prenderà il via ufficiale dal 1° gennaio 2018.

In un’intervista, Francesco Mati, presidente del distretto rurale vivaistico ornamentale di Pistoia e tra i promotori delle tre proposte di legge sulla defiscalizzazione del verde privato ha sottolineato: “La rivalutazione dei giardini ricopre un’importanza trasversale perché verde privato e pubblico hanno una ricaduta che va oltre l’estetica e riguarda l’ambiente, la salute, il benessere, la qualificazione del lavoro”.

E qui basti pensare alla cappa impenetrabile di smog che per diverso tempo ha ricoperto la maggior parte dei centri urbani del Nord Italia con elevati tassi di inquinamento. Vi ricordate questa foto dell’astronauta Paolo Nespoli che mostrava la situazione dell’inquinamento nella Pianura Padana, dove il grigio non era la nebbia, bensì lo smog che affliggeva tutta l’area nelle giornate di piogge inesistenti e scarsi venti?

inquinamento-monza-e-brianza_bonus verde
Paolo Nespoli fotografa lo smog dallo spazio

Il Ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali Maurizio Martina, con un tweet ha annunciato: “ Bonus Verde: misura contro l’inquinamento e opportunità per nostro florovivaismo“.

Come funziona il Bonus verde per terrazzi e giardini

Si tratta di uno sconto fiscale del 36% per interventi in giardini, terrazzi e balconi. Per il 2018 si potrà detrarre il 36% delle spese documentate relative al verde, fino a un massimo di 5 Mila euro per ogni unità immobiliare, dunque si potrà risparmiare fino a 1800 euro (il 36% di 5 Mila). Di conseguenza, essendo il Bonus verde calcolato sull’immobile e non sulla persona, chi ha 2 case, per esempio, potrà usufruirne 2 volte fino a 10 Mila euro di spesa.

Già di per sé il concetto di giardino è molto ampio. Può trattarsi di un piccolo spazio vicino a casa, un cortile, un grande terrazzo e perché no un balcone da sfruttare al massimo, dal quale, sfidando la mancanza di spazio, ricavare un piacevole angolo/rifugio. Aggiungeteci l’effetto positivo della vegetazione sulla qualità dell’aria, nel rimuovere CO2 o produrre ossigeno, nel regolare i deflussi delle acque meteoriche, nonché nel determinare un incremento delle qualità estetiche dell’edificato valorizzandolo anche da un punto di vista economico. Inoltre, le piante ci aiutano a star meglio, influenzando in maniera diretta la nostra salute ed il nostro umore.Bonus verde

Sistemazione di terrazzi, balconi e giardini condominiali con il Bonus verde

Creare giardini e coltivare piante è sicuramente un bisogno fondamentale dell’uomo. Il Bonus verde sarà utilizzabile per la sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, quindi dai terrazzi ai balconi, fino ai giardini condominiali.

Saranno possibili interventi anche sui giardini pensili e coperture a verde, sulla fornitura e messa a dimora di piante e arbusti, riqualificazione di tappeti erbosi, realizzazione o adeguamento di impianti di irrigazione nonché i lavori di restauro e recupero del verde relativo a giardini di interesse storico e artistico.

Villa Cicogna
Villa Cicogna Mozzoni di Bisuschio

La detrazione spetterà anche per le spese sostenute per interventi effettuati sulle parti comuni esterne degli edifici condominiali, sempre con tetto massimo di 5.000 euro per unità, dunque interventi riguarderanno ville, villini, palazzi di pregio, ma anche normali condomini.

Dal 1 di gennaio 2018 il Bonus verde entra in vigore. Tutti all’opera!Twittalo

Saranno detraibili anche le spese di progettazione e manutenzione di giardini e spazi verdi , legate all’esecuzione degli interventi. Gli sconti fiscali saranno ripartiti in dieci quote annuali costanti e di pari importo.

Fare giardinaggio e prendersi cura del proprio verde è una scoperta quotidiana, una passione che resta radicata al cuore. famille jardinPer chi coltiva un giardino, l’accumulo di sostanze inquinanti è il maggior problema, sia per lo stato sanitario della pianta che sviluppa malattie sia per la contaminazione che grava sulla nostra salute.

Impiegando le formulazioni disinquinanti Bio Aksxter®, che sono state progettate per ripristinare e tutelare l’intero ecosistema, si partecipa al progetto di riequilibrio dell’ambiente, a partire dal terreno. Infatti Bio Aksxter® rigenera tutti i tipi di terreno, rivitalizzandoli e riportandoli in equilibrio. Sarà un giardino capace di accogliere e di nutrire tutti i tipi di pianta.

Come dichiarato dal Prof. Mario Tozzi, noto divulgatore scientifico: “Si tratta di un prodotto speciale per chi coltiva, ma anche per chi produce cibo e, più in generale, per tutte le piante, comprese quelle dei parchi pubblici, delle ville o dei giardini privati, fino alle piante in vaso nel terrazzo. La rivoluzione dolce, perfettamente ecosostenibile, del presente e del futuro, che consente un incremento significativo della produttività, della potenzialità e delle caratteristiche generali di tutti i prodotti vegetali… Lo speciale tipo di produzione e gli oltre 100 elementi minerali in soluzione costituiscono una specie di elisir per il mondo vegetale. E non ci sono né pesticidi né alcun tipo di fertilizzante chimico, configurando il prodotto come perfettamente sostenibile dal punto di vista ambientale”.BIO AKSXTER

Oltre il vantaggio per la salute ed alla soddisfazione per i risultati ottenuti, si aggiunge la facilità nell’impiego data dall’alta concentrazione (con un litro di Bio Aksxter® si ottengono 500 litri di formulazione naturale fertilizzante) e minori dosaggi, che consentono di coltivare una notevole quantità di piante per lungo tempo.

State ancora pensando ai regali di Natale? Bio Aksxter® potrebbe essere un’idea ;), così le piante del vostro giardino, terrazzo o balcone respireranno a pieni polmoni e vi regaleranno un verde intenso e fioriture spettacolari. Bio Aksxter® è energia per le piante. Le piante sono energia per la nostra vita!

Pensi che queste informazioni su come funziona il Bonus verde possano essere utili a qualcuno, allora condividi questo articolo sui tuoi social e se vuoi rimanere sempre aggiornato sul mondo “green”, iscriviti alla nostra Newsletter ;)!

Salva

Salva

LASCIA UN COMMENTO