257 Condivisioni

Impollinazione del pomodoro: come favorirla

Il pomodoro è una pianta autofertile ovvero è in grado di impollinarsi da sola (autoimpollinazione). Nel caso del pomodoro quindi un solo esemplare è potenzialmente autosufficiente e fruttificherà anche se non vi sono vicino altre piante della stessa specie.

Questo comportamento è frutto del carattere genetico del pomodoro (e di molte altre solanacee), specie di origine Sud Americana, la quale adattatasi a vivere in ambienti difficili (desertici o d’alta montagna) si impollina da sola garantendosi la possibilità di propagarsi e perpetuare la specie anche in assenza di altri individui simili.

pomodoro fiore maschio o femmina Bio Aksxter
Pomodori coltivati con Bio Aksxter®

Fiore del pomodoro: maschio o femmina?

Né l’uno né l’altro, il pomodoro possiede fiori ermafroditi (o bisessuati) di colore giallo ed in numero variabile da 4 a 12 presenti su infiorescenze che sorgono all’ascella fogliare.

Generalmente la fruttificazione avviene scalarmente ovvero le bacche maturano in tempi diversi sulla pianta, dal basso verso l’alto, salvo in alcune varietà dette a grappolo che prevedono una maturazione simultanea di tutti i frutti.

Per favorire la produzione e lo sviluppo delle bacche vanno eliminate dalla pianta le cosidette femminelle ovvero i germogli che si formano all’ascella fogliare, cioè nel punto d’intersezione tra il fusto principale e le branche secondarie. Tale pratica, detta sfemminellatura, serve a mantenere la pianta più vigorosa e ad ottenere frutti più grandi e sani. Per capire perché va fatta la sfemminellatura del pomodoro, quando, su quale varietà e soprattutto come si fa ad identificare e togliere le “femminelle” del pomodoro, leggete questo articolo: La sfemminellatura del pomodoro: Quando, Come e Perché?

Favorire allegagione pomodoro Bio Aksxter
Allegagione pomodoro

Che fare se il fiore del pomodoro secca e cade?

Nonostante i migliori accorgimenti colturali può capitare che la fruttificazione non proceda nel modo sperato, la pianta fa poche bacche che, tra l’altro, non raggiungono le giuste dimensioni. Allora perché i pomodori perdono i fiori?

Se la pianta non presenta altre sintomatologie evidenti (marciumi, macchie, etc.), potrebbe trattarsi di una problematica dovuta a stentata o mancata impollinazione.

Una pianta di pomodoro che non viene impollinata adeguatamente soffrirà di mancata allegagione del pomodoro ed i fiori, presto o tardi, sono destinati a seccare e cadere.

Questo è un momento molto delicato nel ciclo vegetativo del pomodoro. L’allegagione infatti segna il passaggio da fiore a frutto e se l’impollinazione dei pomodori non procede correttamente, la fruttificazione non andrà a buon fine. In pratica ciò si traduce in pochi frutti e poca soddisfazione per chi coltiva pomodoro: pomodori che crescono ma non producono!

impollinazione pomodoro Bio Aksxter
Ronzio delle api sulle piante di pomodoro coltivate con Bio Aksxter®

Impollinazione del pomodoro incrociata o impollinazione artificiale? Cosa fare?

Come possiamo favorire l’ impollinazione del pomodoro e l’allegagione? Ci sono alcuni rimedi veramente semplici da mettere in atto, suggerimenti da buon vecchio contadino che non richiedono particolari sforzi:

  • favorire la diffusione del polline: un sesto d’impianto troppo fitto (piante troppo vicine) impedisce l’ottimale distribuzione del polline, sia perché ostacola la ventilazione sia perché genera un microclima troppo umido che inibisce la sua libera circolazione. Inoltre ciò ostacola l’impollinazione incrociata ovvero tra soggetti diversi. Il consiglio è quello di prevedere una adeguata spaziatura tra le piante del pomodoro al momento del trapianto
  • favorire l’azione degli insetti pronubi: gli insetti impollinatori (api, bombi) sono fondamentali per assicurare una ottimale fecondazione dei fiori. I trattamenti con prodotti di chimica sintetica (ma anche la semplice poltiglia bordolese) possono essere dannosi per gli insetti utili quindi vanno utilizzati con criterio e mai in piena fioritura
  • impiego di bombi per l’impollinazione: questo può essere un ottimo metodo soprattutto per la coltivazione dei pomodori in serra. Il lancio artificiale degli insetti pronubi può favorire l’allegagione del pomodoro. E’ un metodo abbastanza costoso, da considerare soprattutto per le aziende agricole
  • scuotimento manuale: in caso di mancata allegagione del pomodoro il consiglio è quello di scuotere leggermente le piante, simulando così l’azione del vento. Più spesso si ripete l’operazione, meglio è
  • impollinazione manuale del pomodoro: si può effettuare l’impollinazione artificiale, cioè eseguendo in modo manuale il lavoro svolto dall’ape. Si può usare un cotton fioc, passarlo su quanti fiori possibile per 2-3 giorni nel periodo di massima apertura
Pomodori coltivati con Bio Aksxter®
Pomodori coltivati con Bio Aksxter®

L’impollinazione artificiale da quasi sempre buoni risultati; certo è che questa pratica, come lo scuotimento manuale, richiede tanto tempo che non tutti hanno a disposizione soprattutto in ambito professionale.

Per ottenere un’ impollinazione del pomodoro ottimale ed una migliore allegagione, ottimizzando tempi e costi, sia che coltiviate una fila di pomodoro piuttosto che 10 ettari la soluzione più efficace è l’impiego di Bio Aksxter®. Una formulazione naturale e biologica al 100% che attrae gli insetti pronubi e che favorisce il regolare svolgimento di tutte le funzioni vitali delle piante di pomodoro, anche nei periodi più delicati del ciclo come la fioritura e l’allegagione.


Se ti è sembrato utile questo articolo, metti Mi Piace e non dimenticare di condividerlo sui tuoi social e se vuoi rimanere sempre aggiornato sul mondo agricolo, iscriviti alla nostra Newsletter!

Salva

Salva

Salva

Salva

257 Condivisioni

LASCIA UN COMMENTO