Da alcuni anni ad oggi, con l’eccessivo impiego di fertilizzanti chimici-biologici in agricoltura, si sono verificate grosse problematiche ambientali legate all’eutrofizzazione delle acque di superficie, aumentando il numero dei processi degenerativi nell’ecosistema acquatico. Essi vengono incrementati per l’elevata concentrazione di azoto e fosforo disciolti nelle acque e per le alte temperature giornaliere che, abbassando l’ossigenazione dell’acqua, creano un ambiente ideale per l’instaurarsi di un gran quantitativo di alghe unicellulari e fioriture algali. canaleviaripamonti5

Questi organismi, al termine del loro ciclo vitale rilasciano grandi quantitativi di anidride carbonica creando un ambiente sempre più asfittico fino a divenire tossico per la vita biologica dei pesci. Il paesaggio maleodorante e putrido, diventa un habitat attrattivo per molti insetti, batteri e malattie e possibile fonte di pericolo per l’uomo, con il manifestarsi di malattie della pelle, infiammazioni agli occhi e altri disturbi vari.

lake-okeechobee
L’impiego di Bio Aksxter® in agricoltura previene e riduce l’eutrofizzazione delle acque, limitando la lisciviazione e la percolazione nelle acque di scorrimento dei prodotti per l’agricoltura, contenendo il dilavamento delle sostanze nutrienti e ricostituendo un terreno più strutturato con un maggior indice di fertilità. Inoltre, trattando le colture con Bio Aksxter®, attraverso gli scambi acqua-terra-pianta-aria, si estende la sua azione di disinquinamento alle acque interne e marine, così contrastando il depauperamento delle risorse idriche e la perturbazione del ciclo idrogeologico.

Salva

Salva