È estate ormai e si sa che col caldo, il mare, le vacanze, i gelati… puntualmente arrivano anche le zanzare! “Certe notti la zanzara è carica e dove ti buca lo decide lei / Certe notti la puntura non conta e quello che conta è sentire lei.” (Cit. Ligabue). Lo sapevi che le zanzare sono insetti preistorici, presenti già 46 milioni di anni fa?!!

piante antizanzare zanzara fossile 46 millioni di anni
L’esemplare di zanzara fossile analizzato nello studio (Cortesia D.E. Greenwalt et al./PNAS)

Come nella geniale frase di Enzo Costa: “Non perdonerò mai a Noè di avere imbarcato anche una coppia di zanzare”, per quanto fastidiose (e talvolta pericolose), le zanzare hanno un ruolo fondamentale per l’ecosistema: sono una buona fonte di cibo per tanti animali, come anfibi, pesci, uccelli,  lucertole, rospi e pipistrelli ed inoltre i maschi di zanzara sono degli ottimi impollinatori. Per questo bisognerebbe evitare l’uso di insetticidi chimici, anche perché non uccidono solo le zanzare e sono pericolosi per l’ambiente. Per tenere lontane le zanzare e goderci l’estate possiamo ricorrere all’aiuto delle cosiddette piante “antizanzare”!

Le piante antizanzare: ecco i migliori repellenti naturali

Le piante antizanzare sono piante che, per la loro composizione chimica e per l’aroma che emanano, agiscono come repellenti naturali contro le zanzare e sono ovviamente più rispettose dell’ambiente. Parliamo di piante ornamentali, sia da interno che da esterno, che quindi possono abbellire le nostre case, giardini e tenerci lontani dalle zanzare.

Ora vediamo alcune tra le principali piante antizanzare e come si coltivano!

1. LA CITRONELLA, la più odiata dalle zanzare

La citronella, detta anche cedrina, limoncina, verbena odorosa o erba luigia,  è una delle piante più famose quando si parla di piante antizanzare! Si tratta di erbacea perenne, le cui foglie emanano un particolare profumo simile a quello del limone, che funge da repellente per le zanzare. È molto facile da coltivare sia su suolo che in vaso. La semina della citronella si effettuare tra marzo e luglio (quindi ora sarebbe il momento ideale!), altrimenti potete sempre ricorrere a quelle in vivaio già pronte per il trapianto; la pianta può raggiungere grandi dimensioni (anche 1 metro di altezza); si adatta a tutti i tipi di terreno, predilige zone soleggiate e teme gli inverni rigidi. Innaffiatela spesso ma quel tanto che basta per tenere il terreno umido, non esagerate perché non ama i ristagni idrici. Inoltre, una volta cresciuta, potete dividere i cespi e ricavare altre piantine di citronella!

pianta della citronella antizanzare
Pianata della citronella

E sapete perché alle zanzare non piace la citronella? Le zanzare odiano la citronella perché irrita le loro zampe ed inoltre l’odore agrumato confonde gli insetti, mascherando i profumi “attrattivi” delle possibili “vittime”.

2. LA LAVANDA: profumo d’addio per le zanzare

Ebbene sì! Alle mille qualità della lavanda si aggiunge anche la capacità di allontanare le zanzare: il caratteristico profumo dei fiori è graditissimo da noi ma odiato dagli insetti.

Non è difficile coltivare la lavanda, è una pianta che cresce benissimo nel nostro clima mediterraneo e non ha particolari esigenze per quanto riguarda il terreno. Partire dalla semina non è semplice dato che la lavanda ha semi che richiedono particolari condizioni per germinare, per cui vi potrebbe essere più comodo acquistare già una piccola piantina. Insieme alla piantina comprate anche un vaso abbastanza grande, oppure scegliete un posto ampio in giardino dove metterla, visto che cresce facilmente. La lavanda non teme per niente la siccità: innaffiate moderatamente se in vaso; su suolo è possibile anche non irrigare (basteranno le piogge!). Finita la fioritura a fine estate, è consigliata una cimatura/potatura. A proposito delle aromatiche…non devi assolutamente perderti questo articolo sulla Coltivazione delle piante officinali 😉

piante antizanzare lavanda3. Piante contro le zanzare: LA CALENDULA

La calendula è un fiore dalle molteplici utilità; è particolarmente efficace nell’allontanare mosche e zanzare ma è anche coltivata per altri scopi. Infatti i suoi bellissimi fiori vengono utilizzati come rimedi fitoterapici e omeopatici. La semina può essere fatta in primavera o addirittura in autunno nelle regioni più calde. Per la messa a dimora è importante riservarle una posizione soleggiata con terreno ricco, soffice e poco acido (non è una pianta da interno). Se coltivata direttamente su suolo, fate attenzione perché crescendo (fino a 50cm) la calendula può infastidire le altre piante vicine.

fiori di calendula

4. Piante antizanzare: LA MONARDA

Le piante di Monarda sono famose per il profumo di agrumi (simile al bergamotto) ma la Monarda punctata, in particolare, ha un profumo d’incenso. L’azione repellente di queste piante sulle zanzare è pari a quella della citronella! La Monarda è una pianta perenne rustica: cresce rapidamente, con un apparato radicale che si estende in profondità – quindi meglio coltivarla direttamente su suolo in giardino; predilige un’esposizione in pieno sole ed è anche molto resistente ai periodi di siccità.

come-coltivare-monarda-piante antizanzare:D5. Pianta di PIRETRO contro zanzare

Il piretro, o più precisamente Piretro della Dalmazia (Tanacetum cinerarifolium), è una pianta cespugliosa, molto bella esteticamente. I suoi fiori sono in tutto e per tutto simili a delle margherite, la piantina è rustica e facile da coltivare, utilissima per l’autoproduzione di insetticidi naturali o come semplice antizanzare naturale. I petali di questo fiore sono ricchi di piretrine, principi attivi – contenuti anche nei semi della pianta – che interferiscono con il sistema nervoso di molti insetti. Tra cui anche le zanzare!

Tanacetum_balsamita_piretro contro le zanzare

Ma quante sono le piante antizanzare e quali sono le erbe aromatiche che allontanano le zanzare?

Fino allo scorso anno in estate in camera da letto le zanzare mi mangiavano, quest’anno ho spostato la pianta di Plectranthrus, o pianta dell’incenso sulla finestra in camera da letto e fin’ora nessuna zanzara, ma in compenso mi mangiano in salotto dove prima c’era tale pianta vicino alla finestra 😀 Morale… secondo me questa funziona!!!!!

:DAltre piante comunemente coltivate che hanno proprietà repellenti sono:

  • il basilico
  • il rosmarino caccia via le zanzare
  • i gerani odorosi (di cui abbiamo già ampiamente parlato nel nostro articolo “Coltivare gerani | Segreti per gerani bellissimi e rigogliosi”
  • l’erba gatta (così farete contenti anche i mici di casa) è detestata dalle zanzare, perché contiene un olio essenziale, conosciuto come nepetalattone, la cui efficacia repellente è addirittura superiore a quella dei comuni spray anti-zanzare contenenti DEET (o dietiltoluamide);
  • la menta o la mentuccia (così le zanzare si “la-menta-no”)
  • la melissa

lista-piante-antizanzare

Come ottenere il massimo dalle tue piante antizanzare

Per aumentare l’intensità delle profumazioni, il contenuto di principi attivi e oli essenziali e quindi l’efficacia delle tue piante antizanzare utilizza Bio Aksxter®!

Bio Aksxter® ristabilisce il riequilibrio della pianta ottimizzando la crescita, per cui la pianta si sviluppa rapidamente e rimane compatta, gli steli si irrobustiscono, le fioriture sono abbondanti e migliori per dimensioni, colorazione, profumo e durata. Così mentre farai una cenetta nel giardino oppure andrai a dormire con le finestre spalancate, l’unica cosa che sentirai è il profumo delle tue piante che ti doneranno il completo relax, tenendo lontane le zanzare 😉 Coltiva le tue piante, supereroi e combattenti instancabili contro le fastidiosissime zanzare e aiutale a crescere forti con Bio Aksxter® 😉

Ti è sembrato utile questo articolo sulle piante antizanzare? Allora condividilo sui tuoi social e se vuoi rimanere sempre aggiornato sul mondo agricolo, iscriviti alla nostra Newsletter!

E se desideri che qualche altro argomento venga approfondito nei nostri prossimi articoli, scrivilo liberamente nei commenti 😉

LASCIA UN COMMENTO