6 Condivisioni

Origine della peronospora

La Peronospora del pomodoro (Phytopthora infestans) è una fitopatologia fungina che colpisce sia le colture in pieno campo sia le colture protette (in serra).
Originaria del Sudamerica è sbarcata in Europa nel XIX secolo con l’importazione di varietà di patata portatrici della malattia, creando da subito gravi danni e carestie.

“L’elevato tasso di umidità e le alte temperature fanno aumentare gli attacchi di peronospora.”

20160801_111745

Fattori predisponenti della peronospora

Nello specifico, l’infezione si verifica da spore svernanti presenti nel terreno dette zoospore che in condizioni favorevoli di temperatura ed umidità, penetrano nelle foglie basali dando origine all’infezione primaria.

20160801_110832

Questa fase non porta gravi danni alla coltura, ma le spore germinando aumentano esponenzialmente il loro numero ed attaccano il resto delle vegetazione, dando così inizio all’infezione secondaria che produce ingenti danni.

In particolare, con annate piovose ed umide si verificano le condizioni ottimali per lo sviluppo delle infezioni secondarie che colpiscono indifferentemente tutte la parti della pianta, frutti compresi, evidenziando imbrunimenti con conseguente necrotizzazione dei tessuti fino ad arrivare, nei casi più gravi, alla morte della pianta.

peronospora-pomodoro

Prevenire la peronospora

Per prevenire e ridurre questa malattia è importante utilizzare Bio Aksxter® fin dalla preparazione del terreno e per tutta la durata del ciclo colturale. Così facendo si aumentano le autodifese immunitarie delle piante, rendendo meno necessari e più semplici i trattamenti con prodotti specifici.


Ti è piaciuto quest’articolo?
Allora condividi l’articolo sui tuoi social e se vuoi rimanere sempre aggiornato sul mondo agricolo, iscriviti alla nostra Newsletter!

Salva

Salva

Salva

Salva

6 Condivisioni

INVIACI UN COMMENTO