Il tuo carrello

Ritirare i seminativi dalla produzione agricola o disinquinare?

Ritirare i seminativi dalla produzione agricola o disinquinare?

31 gennaio 2024 - Sara Appoloni

La proposta degli incentivi finanziari per il ritiro dei seminativi dalla produzione agricola nell'ambito dell'Agenda Verde dell'Unione Europea riguarda in particolare gli agricoltori dell’Emilia-Romagna poiché il bando di “sviluppo rurale” è stato recentemente approvato dalla giunta emiliana.

L'invito è di interrompere l'attività agricola per un periodo esteso di 20 anni. Come contropartita per questa pausa dalla coltivazione, agli agricoltori sarebbero offerte compensazioni finanziarie che variano da 500 a 1500 euro all'anno, per ogni ettaro di terreno non coltivato.

L'iniziativa si propone di promuovere “pratiche sostenibili”, ridurre le emissioni di gas serra e contribuire alla mitigazione dei cambiamenti climatici, ma solleva interrogativi significativi in termini di fattibilità economica ed impatti a lungo termine sull'agroecosistema e sull'economia.

Obiettivi Ambientali e Contraddizioni

La Pianura Padana, cuore agricolo d'Italia, si trova al centro di un dilemma ambientale complesso ed articolato. Caratterizzata in passato dalla fertilità dei suoli e dalla prolifica produzione agricola, l’area in questione è ora teatro di sfide legate all'inquinamento ambientale. Le pratiche tradizionali, come l'uso di fertilizzanti chimici, pesticidi ed altri prodotti fitosanitari, generano una quantità significativa di particolato fine e gas serra. Per non parlare dell’inquinamento del suolo e della contaminazione dell’acqua.

Detto questo, è giusto porsi alcune domande:

1. Smettere di coltivare è una “pratica sostenibile”?

2. Sono state considerate le sostanze che nemmeno in 20 anni si degradano?

3. L’inquinamento ambientale continuerà ad alimentare i terreni messi a riposo (es. settore dei trasporti e industria). Dove sta la “sostenibilità”?

4. Dato che ridurre l’inquinamento non vuol dire disinquinare, ritenete utile sperperare denaro pubblico per interrompere la produzione agricola, anziché procedere con interventi disinquinanti risolutivi?

Ritirare-i-seminativi-dalla-produzione-agricola-o-disinquinare-Withdrawing-arable-crops-from-agricultural-production-or-de-.jpg

Implicazioni Economiche per gli Agricoltori

L'implementazione di una proposta così radicale, quale la cessazione ventennale della produzione agricola, porta con sé una serie di implicazioni economiche di notevole portata per le aziende agricole.

L'analisi degli impatti finanziari comprende la valutazione delle perdite economiche a breve e lungo termine sulla salute finanziaria della filiera agricola. La mancanza di produzione significa non solo perdita di reddito per l’azienda agricola, ma influenza l'intera catena di approvvigionamento e le attività connesse, con un effetto a cascata su diversi settori economici.

La sostenibilità economica degli agricoltori è al centro del dibattito. La proposta degli incentivi finanziari, posto che compensi la temporanea cessazione dell'attività, non considera le difficoltà nel mantenere l’operatività nel tempo e le conseguenze per l'occupazione.

Sicurezza Alimentare e Dipendenza dalle Importazioni

La proposta dell'Agenda Verde dell'Unione Europea solleva importanti preoccupazioni in termini di sicurezza alimentare a livello locale e nazionale, con la prospettiva di una crescente dipendenza dalle importazioni. Se svariate regioni d’Italia optassero per questa scelta sprovveduta, si creerebbe una maggiore dipendenza da fonti esterne rendendo il Paese vulnerabile.

Inoltre, è doveroso considerare l'influenza delle multinazionali agroalimentari che operano con gli organismi geneticamente modificati (colture transgeniche). Perché?
Attraverso la scelta della ventennale sospensione della produzione, le multinazionali introducono gli OGM nel settore agricolo italiano, una manovra occulta che scarica la responsabilità sulle Regioni.

Linquinamento-ambientale-continuer-ad-alimentare-i-terreni-messi-a-riposo-Environmental-pollution-will-continue-to-feed-t.jpg

Il passaggio successivo "Alternative allo Stop della Produzione Agricola e Soluzioni Sostenibili" diviene essenziale per informare coloro che lavorano nel settore e chiunque altro, sulle opzioni che possano garantire una sicurezza alimentare più resiliente ed effettivamente sostenibile.

Alternative allo Stop della Produzione Agricola e Soluzioni Sostenibili

Il collegamento a BioAksxter® si fa evidente quando consideriamo la necessità di disinquinare l'agroecosistema. La tecnologia che caratterizza le formulazioni BioAksxter® è la soluzione innovativa agli impatti ambientali delle pratiche agricole. L'introduzione di BioAksxter® da parte delle aziende agricole rappresenta un elemento chiave per trasformare la temporanea sospensione della produzione in un'opportunità concreta di disinquinamento e rinnovamento dell'agroecosistema (a partire dalla rigenerazione del suolo) con ricaduta positiva sulle rese qualitative e quantitative.

Tale approccio non solo preserva la sicurezza alimentare, ma garantisce una produzione agricola a lungo termine. La sfida rimane nell'integrare questa tecnologia nell'Agenda Verde dell'Unione Europea, affinché la transizione verso pratiche agricole più sostenibili sia attuabile e coerente.

Detto ciò, chi è ancora convinto del ritiro ventennale dei seminativi dalla produzione agricola come soluzione del futuro?

M31 Agricoltura

M31 Agricoltura

Il fertilizzante naturale che migliora qualità e quantità di tutte le produzioni agricole, come frutticole, orticole, cerealicole e in vivaio.

Vedi e acquista

Contatti

Per qualsiasi informazione sui prodotti disinquinanti BioAksxter® contattaci tramite il webform di richiesta o chiamando al numero 0465 734591

Richiedi info Iscriviti alla newsletter

Articoli correlati

new-breeding-techniques-tecniche-di-evoluzione-assistita-trattamenti-fitosanitari-phytosanitary-treatments,4394.jpg?WebbinsCacheCounter=1
13 giugno 2023 / Silvana Zambanini

Dalla provvidenza, ai fitosanitari, alle TEA. Andata e ritorno.

  • Inquinamento
  • Ricerca e Sviluppo
  • Problematiche agricole

Leggi

glifosate-glyphosate-bioaksxter-magazine,4352.jpg?WebbinsCacheCounter=1
21 marzo 2023 / BioAksxter®

Perché favorire la messa al bando del glifosate nell’UE

  • Aziende agricole
  • Inquinamento
  • Cibo e Salute

Leggi

copertina,1913.jpg?WebbinsCacheCounter=1
08 giugno 2021 / Silvana Zambanini

Quando il Green Deal rimane solo un obiettivo

  • Aziende agricole
  • Agricoltura sostenibile e Ambiente
  • Ambiente e territorio

Interroghiamoci sul Green Deal, un percorso strategico per la trasformazione dell’Europa in una società a impatto... Leggi

Community BioAksxter®

Restiamo sempre in contatto, non perderti le informazioni sul mondo BioAksxter®.
Studi, consigli tecnici e notizie riguardanti l'agricoltura e l'ambiente. Ma non solo. Se vuoi sostenere il nostro impegno concreto di ricostruzione dell’ambiente, perché sei un agricoltore consapevole o un cittadino responsabile che guarda al futuro, entra nella community e partecipa attivamente al disinquinamento.

Facebook Instagram Youtube Twitter pinterest linkedin

Grazie

Ti abbiamo inviato un'email. Per attivare la newsletter clicca sul link che troverai nel messaggio, grazie!

close

Iscriviti alla newsletter

Annulla
close

Credits & Copyright

PROGETTAZIONE, GRAFICA, CONVERSIONE E REALIZZAZIONE SITO WEB:
www.kumbe.it

MATERIALE FOTOGRAFICO E MULTIMEDIALE:
AXS M31 e relativi proprietari

TESTI:
AXS M31


© Copyright AXS M31 di Zambanini Silvana
É assolutamente vietato copiare e/o riprodurre anche solo in parte qualsiasi contenuto senza previa esplicita autorizzazione.

close

Grazie

Il suo messaggio è stato spedito correttamente.

close
Nascondi video
Chiudi Registrati

Oppure accedi

Password dimenticata?

Chiudi

Recupero password


Chiudi
close