Il tuo carrello

Coltivazione vigneto biologico: trattamenti, difesa e uve di alta qualità

Coltivazione vigneto biologico: trattamenti, difesa e uve di alta qualità

24 aprile 2018 - BioAksxter®

Tratto dalla relazione tecnica “Viticoltura biologica” a cura di per. agr. Andrea Turri

Viticoltura biologica: Società Agricola Moser Filippo e Giancarlo di Pressano di Lavis (TN)

La Società Agricola Moser Filippo e Giancarlo di Pressano di Lavis (TN), è un’azienda viticola e frutticola specializzata nella produzione di uva biologica per la produzione di vini di elevata qualità destinati al mercato nazionale ed estero. Inoltre, l’azienda produce mele biologiche (Royal Gala, Golden e Stark Delicious, Morgen e Fuji) conferite a consorzi.

Coltivazione-vigneto-biologico_teroldego-696x392.jpg
La coltivazione biologica dei vigneti del Trentino – Teroldego

La superficie aziendale vitata è quasi interamente in regime biologico, e le colture restanti sono trattate parimenti a quelle certificate bio.
L’intera produzione viticola si sviluppa complessivamente su circa 10 ettari coltivati a guyot, dislocati sia in zone collinari che di fondovalle. Le varietà sono:

  • Pinot Grigio
  • Chardonnay
  • Nosiola
  • Riesling
  • Schiava Gentile
  • Traminer Aromatico
  • Merlot
  • Teroldego
  • Cabernet

Coltivazione-vigneto-biologico_-schiava-del-1926-696x392.jpg
Vigneto di Schiava secolare (1926), autunno 2017

Conduzione del vigneto in agricoltura biologica: BIO AKSXTER® dal 2002

L’azienda agricola Moser ha scelto di lavorare nell’ottica prima di ristabilire e poi di mantenere nel tempo l’equilibrio dei vigneti, incrementando la produttività dei terreni e migliorando la qualità dell’uva, attraverso l’impiego di BioAksxter® in atto da ben 16 anni. L’equilibrio biologico raggiunto nel vigneto, sia per quanto riguarda il contesto ambientale che le coltivazioni stesse, è oggetto di osservazione ed interesse da parte di studiosi, agronomi ed agricoltori.

La qualità della produzione viticola, la gestione del vigneto biologico, le operazioni agronomiche ed i relativi risultati sono altrettanto rilevanti, nonostante l’andamento delle annate viticole sempre più soggetto a fenomeni climatici fortemente compromettenti.