Il tuo carrello

Coltivare con BioAksxter®: quando si inizia?

Coltivare con BioAksxter®: quando si inizia?

31 gennaio 2018 - BioAksxter®

Dedicato a tutti gli agricoltori che vogliono conoscere il momento migliore per iniziare l’uso di BioAksxter® ed ottenerne i massimi risultati già dal primo ciclo produttivo.

Coltivare con BioAksxter®

Una delle domande più frequenti che l’agricoltore si pone è quando iniziare a trattare le sue colture con BioAksxter®.

La fertilizzazione convenzionale, che esercita un’azione di spinta sulla coltura, vincola gli interventi in determinate fasi del ciclo colturale; purtroppo, la variazione delle condizioni climatiche spesso altera i tempi di assorbimento degli elementi oppure l’agricoltore non pondera la scelta del periodo, cosicché si ottengono risultati nulli se non addirittura controproducenti.

La fertilizzazione innovativa BioAksxter®, invece, non determina mai una spinta incondizionata della pianta, ma riprogramma il riequilibrio di tutte le sue funzioni vitali e rispettandone le esigenze vegetative e riproduttive favorisce costantemente la crescita, lo sviluppo e la fruttificazione.

1-1-696x690.jpg
Coltivare con BioAksxter®

Per questo motivo l’impiego di BioAksxter® può iniziare in qualsiasi momento, indipendentemente dall’età delle colture o dalla fase che le interessano, permettendo fin da subito di ottenere i primi risultati.

Ad esempio, iniziare l’impiego di BioAksxter® su piante giovani o durante le fasi di crescita velocizza lo sviluppo e l’entrata in produzione, mentre l’impiego a partire dalla fine della stagione riproduttiva o su piante adulte determina, oltre a un maggior equilibrio vegetativo, una miglior maturazione e conservazione dei frutti nonché la lignificazione dei tessuti vegetativi e la maturazione delle gemme per l’anno dopo.