Il tuo carrello

TERRENI AGRICOLI: capacità di ritenzione idrica e capacità drenante

TERRENI AGRICOLI: capacità di ritenzione idrica e capacità drenante

11 giugno 2019 - BioAksxter®

Acqua e agricoltura: il problema dell’acqua … o troppa o troppo poca

Francesco arriva alle 7 del mattino col suo bel trattore rosso fiammante al limitare del campo, ma ha già finito la giornata: impossibile entrare in quei terreni, le incessanti piogge dei giorni precedenti li hanno resi fangosi a tal punto da impedirne qualsiasi operazione colturale.

Mario arriva alle 6 del mattino col suo bel trattore blu elettrico al limitare del campo e si inerpica a gran fatica sul terreno duro e polveroso reso tale dalla siccità degli ultimi 20 giorni.

Situazioni che tutti gli agricoltori hanno vissuto! Ad accomunare le due circostanze è il problema dell’acqua … o troppa o troppo poca.

ritenzione-idrica-del-suolo_allagamenti-campo-agricoltura-696x321.jpg

Siccità e alluvioni: la nuova normalità

Periodi di siccità “straordinari” (anche se ormai non lo sono più) possono portare ad un aumento della domanda (già normalmente elevata) d’acqua. Ci vuole quindi una strategia per contenere i consumi idrici in agricoltura. D’altra parte, abbiamo periodi come quello appena trascorso dove le piogge incessanti creano inondazioni e disagi mettendo in ginocchio l’agricoltura. Ovviamente con l’arrivo di grandi masse d’acqua i terreni non riescono a drenare e ci si ritrova con campi fradici per intere settimane. Motivi per cui la buona gestione del terreno e dell’acqua sono di primaria importanza.

Abbiamo terreni stanchi, destrutturati, sottoposti a continue lavorazioni, che non drenano a causa dell’inquinamento. L’accumulo di idrocarburi proveniente dalle precipitazioni atmosferiche forma una barriera impermeabilizzante che impedisce il naturale movimento dell’acqua e che altera l’equilibrio microbiologico del suolo.

Cosa succede quando l’acqua raggiunge il suolo? come fa il terreno a trattenere l’acqua? La mobilità dell’acqua nel terreno.